Rendita derivante dall'investimento in ETF

justETF.com

Gli Exchange traded fund che offrono un buon rendimento da dividendi possono essere un investimento ideale per coloro che sono alla ricerca di una rendita. Ecco qui ciò che dovete sapere.

Rendita derivante dall'investimento in ETF Mentre i cronisti discutono spesso delle variazioni dei prezzi dei titoli azionari e dei massimi e minimi del mercato azionario, sentiamo raramente parlare di rendita.
 
Eppure reinvestire la rendita pagata dai titoli azionari, dalle obbligazioni e da altri investimenti può fare una grande differenza nella crescita del vostro patrimonio. Gli investitori spesso ricorrono anche ai loro portafogli per poter vivere con questa rendita.
 
In passato, le obbligazioni e la liquidità caratterizzavano molto la maggior parte dei portafogli volti a generare una rendita ma, anni di tassi di interesse vicini allo zero hanno fatto crollare la rendita che avreste potuto ottenere da queste fonti di investimento tradizionale.
 
Pertanto, gli investitori hanno guardato sempre più ai dividendi derivanti dai titoli azionari al fine di ottenere quella rendita di cui necessitano e gli exchange traded fund (ETF) offrono un modo flessibile ed economico per ottenerla.
 
 

I dividendi sono anche una perdita

Alcuni investitori privati acquistano i titoli azionari di società individuali per ottenere una rendita. Possono credere di poter scegliere appositamente le migliori prospettive. Ciò nonostante, gli studi mostrano che la maggior parte di loro falliranno nel tentare di battere i loro benchmark (indici di riferimento).
 
L'acquisto di un portafoglio di titoli azionari blue chip può essere costoso a causa delle commissioni delle negoziazioni multiple e delle imposte di bollo ed anche un portafoglio relativamente grande di 30 o 40 titoli azionari non è diversificato tanto quanto un portafoglio che segue un indice e pertanto è più rischioso.
 
Un'altra opzione è quella di investire in un fondo a gestione attiva focalizzato sui dividendi. Ciò risolve il problema della diversificazione ed inoltre un gruppo di gestori può anche puntare ad ottenere un performance superiore.
 
Ciò nonostante, la maggior parte dei fondi non riuscirà a battere il mercato. Inoltre, a prescindere da cosa fanno, pagherete ancora le esose commissioni annuali per la gestione, così come i costi nascosti, come ad esempio, gli elevati costi di negoziazione nel caso in cui il vostro gestore effettua molte negoziazioni.
 
 

Gli ETF: Il modo migliore per avere una rendita

Crediamo che un portafoglio di ETF appropriatamente scelti offra la migliore soluzione per avere una rendita a tutto tondo.
 
Al fine di soddisfare il vostro fabbisogno, potete scegliere gli ETF che investono in diverse categorie di titoli azionari che pagano dividendi (o anche in altri strumenti come ad esempio, i titoli di stato). Inoltre, le attività finanziarie di un ETF sono spalmate in diversi titoli azionari, proprio come altri fondi.
 
Quindi, con solo un pugno di ETF, potete creare un portafoglio che genera una rendita in modo molto più economico che acquistare diverse dozzine di singoli titoli azionari ed anche meno rischioso. Inoltre, dato che le commissioni dell'ETF sono molto più basse rispetto a quelle dei fondi a gestione attiva, potrete risparmiare anche nei costi annuali.
 
Ciò significa per voi una maggiore rendita che potrete reinvestire o spendere.

 

Non soli gli ETF sui dividendi offrono una rendita attrattiva

Una volta che avete deciso di far ricorso agli ETF, inizia la grande ricerca.
 
Molti ETF pagano una rendita da dividendi, compresi molti ETF che non sono stati progettati per coloro che sono alla ricerca di una rendita. Come investitore in ETF beneficiate del pagamento di un dividendo e di interessi derivanti dalle posizioni sottostanti. Tuttavia, ciò dipende dalla politica di distribuzione dell'ETF riguardo alla distribuzione o accumulazione della rendita generata, così come avviene in particolari ETF a distribuzione noti come fonte passiva di rendita. Quindi, conviene considerare anche i comuni indici di mercato come il FTSE MID o l'MSCI World per un portafoglio a rendita.
 
In aggiunta ai tradizionali indici di mercato sono disponibili anche particolari ETF sui dividendi. Questi indici selezionano i titoli azionari con i più elevati rendimenti da dividendi di un paese o regione in base a specifici criteri. Dato che a volte l'approccio varia anche in modo significativo, si consiglia di guardare bene la loro metodologia prima di procedere con l'investimento. La nostra introduzione sugli ETF sui dividendi globali ed europei vi aiuterà ad entrare in questo mondo.
 
 

Spiegazione sul rendimento da dividendi

Il rendimento da dividendi è un altro fattore importante nella determinazione della potenziale rendita di un ETF.
 
Il rendimento da dividendi mette in relazione la rendita pagata da un ETF con il prezzo della quota:
 
Rendimento da dividendi = Dividendi annui per quota / prezzo della quota
 
Se un ETF paga un dividendo di 0,47 euro ed è costato 22,23 euro per acquistarlo, il rendimento sarà:
 
0,47 euro / 22,23 euro = 2,11%
 
Quando parliamo di rendimenti da dividendo, ci possiamo riferire al rendimento storico che si basa sui dividendi degli ultimi 12 mesi o all'attuale rendimento basato sui dividendi attesi dei prossimi 12 mesi. Una buona stima della distribuzione futura è data dai pagamenti degli ultimi 12 mesi e data la fluttuazione dei prezzi, la distribuzione annua assoluta fornisce informazioni circa la consistenza del dividendo stesso.
 
Se state investendo per ottenere una futura rendita, l'attuale rendimento da dividendo è fondamentale. Ricordate solo che per l'azionario ciò è solo la "migliore prospettiva" non una garanzia. Questa è una distinzione cruciale quando si fanno dei confronti con i rendimenti più certi delle obbligazione o dei depositi vincolati a tasso fisso.
 
Un alto rendimento da dividendi non è sempre il miglior investimento anche per coloro che sono alla ricerca di una rendita, soprattutto se lo strumento finanziario che genera la rendita è incerto o troppo volatile. Ricordate anche che la rendita è solo una componente dei potenziali guadagni derivanti dai titoli azionari. Un ETF con più bassi rendimenti potrebbe registrare prestazioni superiore in termini di rendimento totale.
 
Ciò nonostante, l'attuale rendimento da dividendi è un buon punto di partenza per la ricerca di interessanti ETF per un portafoglio volto a generare una rendita. La nostra lista dei primi 50 ETF con i più elevati rendimenti da dividendi vi fornisce una panoramica iniziale.
 
 

Il cacciatore di dividendi è pronto ad iniziare

Ora iniziate a confrontare i rendimenti da dividendi con justETF. Nel nostro strumento di ricerca ETF potrete trovare i rendimenti da dividendi storici ed attuali di tutti gli ETF ed i relativi importi annuali distribuiti.
 
Buona caccia!