Che cosa sono gli ETF? Semplice spiegazione sugli ETF

Come opera un ETF?

Un ETF (acronimo di Exchange Traded Fund) è un fondo indicizzato “Exchange Traded” che replica un indice come il FTSE MIB e viene negoziato come un titolo azionario. Gli ETF uniscono i vantaggi del fondo e dei titoli azionari in un unico strumento finanziario.
 
Consentono di investire economicamente nell’intero mercato tramite un solo strumento, nonché di investire anche in diversi classi di attività, non solo nell’azionario. Grazie a questa varietà, gli ETF sono la soluzione perfetta per gli investimenti privati. Gli ETF si limitano a seguire un indice di mercato passo dopo passo, e possono essere negoziati in qualsiasi momento in una borsa valori, proprio come se fossero titoli azionari.
 
Gli ETF offrono i seguenti vantaggi:
 
  • sono economici
  • sono trasparenti
  • sono ampiamente diversificati
  • sono flessibili e liquidi
Exchange traded indice fundo
 
Si può comprendere meglio la modalità operativa ed i vantaggi di un ETF se si analizzano le tre parti che costituiscono il termine “Exchange Traded Index Fund”.

 

Un ETF è un Exchange Traded Fund che replica un indice

Un ETF è un Exchange Traded Fund che replica un indice
 

Che cos’è un fondo?

Un fondo di investimento è uno strumento di raccolta del capitale di un investitore.

Più semplicemente, si tratta del caso in cui migliaia di investitori raccolgono i propri risparmi e ordinano ad un professionista (gestore del fondo) di investire tali risparmi applicando una specifica strategia di investimento volta a generare il maggior profitto possibile, con la massima diversificazione.

 

Come opera un fondo di investimento

Come opera un fondo di investimento

Nella strategia di investimento si definiscono le classi di attività (come, obbligazioni e materie prime) nelle quali il gestore del fondo può investire.
 
All’interno di un fondo di investimento, i patrimoni degli investitori sono separati. In altre parole, i risparmi sono depositati in fede in una banca depositaria e sono giuridicamente separati dai patrimoni della società di investimento. Pertanto, il capitale dell’investitore è protetto in caso di insolvenza della società di investimento.
 
Il gestore di un fondo di investimento tradizionale ha il compito di generare un rendimento dell’investimento superiore al proprio indice di riferimento. Ciò nonostante, secondo alcuni studi accademici solo pochissimi gestori di fondi riescono ad ottenere tali livelli di rendimento nel lungo periodo (superiore a tre anni).

 

Che cos’è un fondo indicizzato?

Il fornitore di un fondo indicizzato garantisce di replicare l'andamento di un indice con la massima accuratezza possibile. Gli investimenti di un fondo indicizzato (componenti e pesi) sono specificati esattamente dall’indice. Gli indici sono i barometri del mercato che consentono di definire la performance o il rendimento totale dei mercati.
 
Il fondo indicizzato dà a voi in quanto investitori il grande vantaggio di sapere sempre in cosa avete investito, in quanto si conosce sempre la composizione dell’indice sottostante, come il FTSE MIB. L’indice del mercato azionario italiano (FTSE MIB) è composto dai 40 titoli azionari italiani col più elevato peso definito dalla loro dimensione (ovvero dal flottante della capitalizzazione di mercato).

 

Che cos’è un ETF - Semplice spiegazione con un esempio pratico sul FTSE MIB

Dato che gli ETF replicano semplicemente un indice, non sono necessarie elaborate analisi per selezionare i titoli azionari (a differenze dei fondi di investimento attivi). Per questo il fornitore di ETF per tale servizio incassa solo commissioni annuali piuttosto basse.

 

Che cosa significa che vengono negoziati in una borsa valori?

Gli ETF sono negoziati sulla borsa valori proprio come se fossero titoli azionari. Di conseguenza, si può acquistare e vendere ETF in qualsiasi momento durante l’orario di negoziazione. Per contro, i fondi di investimento tradizionali sono negoziati sono una volta al giorno tramite società di investimento.
 
Inoltre, mentre per i fondi di investimento tradizione generalmente si sostengono elevate commissioni di ingresso, per la negoziazione di ETF si pagano solo le commissioni sugli ordini della banca ed un differenziale bid-ask (spread) solitamente basso al momento della negoziazione in borsa.

 

Come mai non ho mai sentito parlare di ETF prima d’ora?

Gli ETF non sono il prodotto preferito dei promotori finanziari e delle loro banche affiliate. Ciò è dovuto al fatto che tali promotori sono sostanzialmente remunerati in base alle commissioni sulle vendite dei prodotti finanziari del rispettivo fornitore di fondi. Ma per gli ETF non ci sono commissioni, per questo motivo gli ETF oggi vengono consigliati quasi esclusivamente dai consulenti finanziari indipendenti.
 
Ad ogni modo, nonostante gli ETF siano relativamente sconosciuti agli investitori privati, essi vengono utilizzati ormai da diversi anni dai professionisti. Gli ETF sono una parte fissa dei portafogli di fondi pensione e assicurazioni. Tuttavia, la loro popolarità sta rapidamente crescendo. Se leggete attentamente i giornali, noterete spesso articoli sugli ETF. Recentemente, soprattutto i clienti dei broker online stanno investendo sempre di più in ETF.