Che cosa si intende per ribilanciamento di un portafoglio?

Il ribilanciamento di portafoglio fa parte delle migliori pratiche consigliate da molti rinomati investitori ed è fortemente legato all’approccio buy and hold.

 
Il concetto di base del buy and hold è evitare un’eccessiva negoziazione, definendo piuttosto un’asset allocation strategicada seguire nel corso degli anni scostandosi dallo stock-picking e dal market timing. 
 
Tuttavia, mantenere la medesima strategia di portafoglio nel corso negli anni è di per se una sfida. Anche senza variazioni attive del vostro portafoglio, la sua struttura tenderà a deviare col passare del tempo. Ciò è dovuto alle variazioni di mercato delle singole posizioni in portafoglio che possono provocare un significativo disallineamento rispetto alla vostra asset allocation strategica inizialmente pianificata. Quando ciò accade, è giunto il momento di fare un ribilanciamento. Le posizioni in evidente profitto saranno proporzionalmente vendute e quelle in perdita acquistate. Ciò riporterà il vostro portafoglio all’asset allocation iniziale.
 

Modifica dell'asset allocation di un semplice portafoglio 50:50 obbligazionario-azionario

Modifica dell'asset allocation di un semplice portafoglio 50:50 obbligazionario-azionario Fonte: justETF.com

Al fine di mostrare il ribilanciamento di portafoglio abbiamo creato un semplice portafoglio campione costituito da un 50 percento di azioni ed un 50 percento di obbligazioni.
 
Il portafoglio campione registra un forte incremento pari al 42 percento della quota azionaria, mentre la quota obbligazionario è cresciuta solo del 18 percento del valore. Ciò ha causato uno spostamento dell’asset allocation passando da una distribuzione 50:50 ad una distribuzione 55:45. Come potete vedere dal grafico, la quota azionaria mostra una maggiore fluttuazione (volatilità) rispetto alla quota obbligazionaria. Ciò equivale ora ad un rischio complessivo più elevato del vostro portafoglio.
 
Il ribilanciamento reimposta il portafoglio ad una distribuzione 50:50. Nel caso del portafoglio campione, ciò significa che devono essere vendute 16 quote dell’ETF azionario e devono essere acquistate 2 quote dell’ETF obbligazionario.
 

Ribilanciamento di portafoglio in caso di un portafoglio 50:50 azionario-obbligazionario con justETF

Ribilanciamento di portafoglio in caso di un portafoglio 50:50 azionario-obbligazionario con justETF
Fonte: justETF.com, Stampa video del ribilanciamento di portafoglio justETF del portafoglio campione
 

Perché ha senso fare il ribilanciamento?

Ci sono tre buoni motivi per cui il ribilanciamento del portafoglio apporterà un vantaggio nel lungo periodo:
 
Controllo del rischio
Così come accade per l'economica, i mercati azionari attraversano periodi di crescita e periodi di recessione. Per questo è naturale che in alcuni periodi il vostro portafoglio potrà detenere un rischio maggiore rispetto a quanto effettivamente pianificato. Il ribilanciamento di portafoglio vi aiuta a tenere sotto controllo il vostro livello di rischio con semplicità, economicità e tempestività.
 
Decisioni di investimento anticicliche
Il ribilanciamento di portafoglio tende a dare segnali di acquisto e di vendita anticiclici. Ciò significa che molto probabilmente ridurrete le posizioni in classi di attività rischiose (come l'azionario) in presenza di mercati fortemente rialzisti e le incrementerete in presenza di mercati ribassisti. Ciò comporterà un miglior rendimento di lungo termine.
 
Disciplina di investimento
Le variazioni di portafoglio che si basano sulla strategia del ribilanciamento eliminano la necessità del market timing, in quanto in realtà, il mercato ci dice quando diventare attivi. Pertanto, evitare le comuni insidie dell’investimento privato risulta essere una strategia ideale per gli investitori privati.
 
 

Quanto costa il ribilanciamento?

Il ribilanciamento di portafoglio non è a costo zero. In generale, implica il pagamento di commissioni di negoziazione e possibili imposte sui capital gain. Per questo è importante tenere d’occhio il rapporto costo-beneficio di qualsiasi ribilanciamento. Se i costi sono troppo elevati, può aver senso ribilanciare solamente alcune posizioni oppure non effettuarlo.
 
 

Ribilanciamento dei flussi di cassa con un deposito

Accanto al classico ribilanciamento di portafoglio con operazioni di acquisto e vendita, in alcuni casi può essere ragionevole effettuare un ribilanciamento dei flussi di cassa. Ribilancerete il portafoglio semplicemente con un apporto di nuovo capitale. Ciò richiede solamente delle operazioni di acquisto ed eviterete l’impatto della tassazione sulle operazioni di vendita.
 

Ribilanciamento di portafoglio classico versus ribilanciamento dei flussi di cassa con un apporto

Ribilanciamento di portafoglio classico versus ribilanciamento dei flussi di cassa con un apporto
Fonte: justETF.com
 
Ribilanciamento di portafoglio con inclusa la generazione automatica della lista degli ordini

Funzione di ribilanciamento di portafoglio con inclusa
la generazione automatica della lista degli ordini

 Prova ora