L’anno 2020 per gli ETF

justETF Logo

Una sintesi sui mercati finanziari: Il Corona ha messo il mondo sottosopra nel 2020. E tante cose sono successe anche per quanto riguarda gli ETF. La nostra revisione di un anno molto eccitante per gli ETF.

L’anno 2020 per gli ETF Che anno! Corona - il peggiore tra tutti i vocaboli - ha dominato le nostre vite. La crisi non si è fermata ai mercati di capitali, ma sicuramente possiamo dire che è stato un anno particolare. 

Dopo che l’estensione della pandemia è diventata conosciuta a Marzo 2020, i prezzi hanno subito la più storica discesa dei prezzi di sempre. Mentre l’indice MSCI World è cresciuto costantemente per anni, la caduta è stata molto più drastica: Un investimento in Euro nell’indice MSCI World ha subito una perdita di circa un terzo del proprio valore in un mese fino al minimo del 23 Marzo. L’indice è tornato ai livelli minimi da Dicembre 2016, rendendo gli investitori molto nervosi. 

Quello che molte persone non si aspettavano è che la caduta è stata seguita da una rapida ripresa, non solo di tutto il valore perso, ma addirittura superiore. I necessari cambiamenti strutturali verso un mondo lavorativo più digitale e sostenibile hanno portato ad una euforia senza precedenti negli ETF tecnologici e sui megatrend, come ad esempio il caso dell’ di iShares 2020, che ha riscontrato un aumento di valore fino al 96% (al 15.12.2020) - nonostante la forte caduta sopra menzionata.

La capitalizzazione di mercato del produttore di automobili elettriche Tesla è ora inclusa nell'indice S&P 500, subito tra le prime dieci. Le azioni tech ora rappresentano più del 20% dell’indice MSCI World. Gli investitori in ETF più esperti non scorderanno quello che è successo nella bolla tech degli anni 2000.

Le politiche espansive delle banche centrali nelle nazioni sviluppate e la strategia della Cina di mantenere bassi i tassi di interesse e il valore del denaro basso hanno contribuito a far crescere i mercati azionari. I mercati azionari hanno continuato a crescere nonostante le incertezze sulla principale nazione al mondo sui mercati dei capitali, gli USA. La Cina, dove il virus ha avuto origine, ha apparentemente preso nuovamente il controllo della situazione. Ciò è risultato anche sugli indici azionari del mercato cinese, che hanno fatto molto bene rispetto alle principali nazioni sviluppate e industrializzate con un aumento di circa il 20%. 

Tuttavia, ci sono comunque stati numerosi titoli azionari che hanno subito perdite a causa del Corona. La crisi ha avuto un impatto pesante sull’economia reale. Ciò include tutte le società nei settori energetici tradizionali, che hanno subito una perdita del 35% nel proprio valore (al 15.12.2020).
 

La sintesi sulla pandemia del Corona (andamento azioni energetiche da inizio 2020)

La sintesi sulla pandemia del Corona (andamento azioni energetiche da inizio 2020)
  iShares Global Clean Energy UCITS ETF
  iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc)
  Lyxor MSCI World Energy TR UCITS ETF - Acc (EUR)
Fonte: Ricerca di justETF, performance degli ETF energetici paragonati all’indice MSCI World in Euro al 18.12.2020
 
Tante altre società che normalmente sono considerate solide e a prova di crisi sono state tra i perdenti negli sviluppi della pandemia del Coronavirus, includendo titoli di dividendi e ETF value, e anche materie prime e ETF su panieri di materie prime. Nella crisi economica reale, le materie prime sono semplicemente meno richieste dagli investitori. I contratti future sul petrolio hanno anche avuto prezzi negativi per la prima volta da Marzo - una novità inimmaginabile. Nel 2020, sono stati quotati circa 300 nuovi ETF. Oltre 80 di loro sono stati caratterizzati da un focus su almeno un filtro per i criteri ESG (ambientali, sociali e di governance). In generale, c’è sempre un’elevata domanda per ETF sostenibili. Nonostante la grande incertezza causata dalla pandemia, gli ETF su titoli azionari ed obbligazionari sostenibili hanno continuato a raccogliere capitali, aggiungendo oltre 36 miliardi di Euro da inizio anno. (al 01.12.2020) 

Gli ETF tematici e di trend sono stati anche particolarmente popolari: circa 20 miliardi di euro sono ora investiti in tali ETF in Europa. Le nostre nuove guide agli investimenti facilitano notevolmente gli investimenti.

Gli ETF ampiamente diversificati sull’indice MSCI World o sull’indice MSCI ACWI, che sono molto popolari tra gli investitori privati hanno riscontrato una forte crescita. Oltre 50 miliardi di Euro sono investiti nelle strutture dei due indici in Europa. Ciò ha intensificato la competizione dei prezzi ancora di più: l’ETF più economico sull’indice MSCI World è ora disponibile per 0,12% di commissioni annuali, e l’ETF più economico sull’indice MSCI ACWI con almeno 3.000 titoli azionari rappresentati per soli 0,25 %. Un investimento ampiamente diversificato non è mai stato così economico!

La dinamica del mercato ETF sta costantemente portando nuovi fornitori facendo scomparire altri. Esempio, HANetf e Rize ETF sono nuovi con interessanti approcci tematici. La banca svizzera Credit Suisse è anche nuovamente rappresentata con gli ETF. Il brand ComStage, popolare tra gli investitori privati, è scomparso. Tutti gli ETF ComStage sono stati incorporati in Lyxor ETFs durante il corso del 2020 o rinominati conseguentemente.
 

Tanti nuovi contenuti e funzionalità nel sito di justETF

justETF ha un nuovo design da Ottobre. Abbiamo dato una ripulita al nostro sito che ora è ancora più navigabile con tante nuove funzionalità. Date uno sguardo ai circa 100 articoli nella nostra justETF Academy.
 

La famiglia justETF continua a crescere

Con oltre 270.000 utenti registrati (100.000 nuovi solo quest’anno), c’è tanto da fare. Per questo, il team di justETF continua a crescere. Siamo lieti del supporto ricevuto da nuovi colleghi e non vediamo l’ora di raggiungere i nostri obiettivi nel 2021.

La vostra opinione è molto importante: Che cosa volete da justETF nel 2021? Scriveteci a support@justetf.com!
 
Ringraziamo tutti gli utenti justETF ed i nostri business partner per un 2020 di successo!
 
Diventa un esperto in ETF grazie alla nostra newsletter mensile
 
Iscriviti gratis ora