La nascita di un nuovo settore industriale

justETF.com

MSCI e S&P stanno modificando le loro classificazioni dei settori azionari. Di seguito spieghiamo cosa comporta questa riorganizzazione per coloro che investono negli ETF in quanto cambierà tutto per i settori Tecnologia, Telecomunicazioni e Beni di Consumo.

La nascita di un nuovo settore industriale Quando un’azienda tecnologica non può più definirsi un’azienda tecnologica? Potreste essere sorpresi di sapere che Google non è più considerata una azienda operante nel settore Tecnologico, almeno secondo le nuove classificazioni dei giganti degli indici MSCI e S&P. 

Come è possibile non considerare Google come azienda tecnologica e come viene definita Google ora in questo nuovo mondo di classificazione del mercato azionario? Le risposte possono essere trovate nei nuovi Global Industry Classification Standard (GICS) emessi il 28 Settembre 2018. I GICS rappresentano il tentativo congiunto di MSCI e S&P di raggruppare la moltitudine di aziende che formano l’ecosistema del mercato azionario.
  
Il mondo classificato secondo i GICS, divide il mercato azionario in undici settori differenti come ad esempio Settore Finanziario, Sanità, Utilities e così via. Le aziende sono raggruppate in questi segmenti che possono essere successivamente utilizzati per valutare la diversificazione di indici più grandi come il MSCI World o il S&P 500 più o meno allo stesso modo in cui è possibile effettuare una suddivisione per ripartizione geografica o capitalizzazione di mercato.

Ma in che settore dovrebbe appartenere un’azienda? La maggior parte dei ricavi di Google proviene dalla pubblicità, pertanto può essere definita per davvero come azienda tecnologica? Amazon è un’azienda tecnologica oppure un rivenditore? Netflix è un’azienda tecnologica o appartenente al settore media? In un mondo che cambia velocemente dove aziende e modelli di business devono adattarsi rapidamente per rispondere a nuove dinamiche, non è ovvio dove molte aziende devono essere inserite nella classificazione.

Ecco perché sono state effettuate delle revisioni ai GICS e perché è stato inventato un settore completamente nuovo. 

 

Qual è il nuovo settore?

Il nuovo settore si chiama Servizi di Comunicazione ed è il settore dove sono inserite Alphabet (Google) e Facebook. 

I Servizi di Comunicazione intendono riflettere la nuova alleanza di tecnologia, media e comunicazioni che sono emerse nell’era della “distruzione digitale”. 

E’ il prodotto di una fusione fra il settore Telecomunicazioni e parte del Settore Tecnologico e dei Beni di Consumo. Il Settore delle Telecomunicazioni è completamente eliminato mentre i componenti precedenti del Settore Tecnologico e dei Beni di Consumo costituiscono il 70% del nuovo settore nel MSCI ACWI IMI, e circa l’80% nel S&P 500. 

 

Come viene creato il settore dei Servizi di Comunicazione nel MSCI ACWI IMI

Come viene creato il settore dei Servizi di Comunicazione nel MSCI ACWI IMI
Fonte: Ricerca justETF; MSCI

Il Settore Tecnologico ora contiene soltanto aziende che S&P e MSCI definiscono come aziende che hanno la tecnologia come parte principale del proprio business. Ne Facebook ne Alphabet (Google) possono essere definite come aziende tecnologiche in quanto si concentrano sulla comunicazione e sulla pubblicità. La loro tecnologia è puramente una piattaforma che consente loro di sviluppare i propri servizi più importanti.

 

Come le modifiche influenzano i settori

Circa il 21 percento del valore di mercato del Settore Tecnologico rientra ora nei Servizi di Comunicazione, incluse aziende importanti come Tencent, Twitter e Activision.

A loro si aggiungono Netflix, Disney e Comcast con il 14% del valore di mercato del Settore dei Beni di Consumo che rientrano nel nuovo settore.

Il vecchio settore delle Telecomunicazioni è completamente assorbito e pertanto aziende come AT&T e Verizon rientrano anche nel nuovo settore. L’effetto netto è che il settore dei Servizi di Comunicazione conterà per circa l’8 per cento della capitalizzazione del MSCI ACWI IMI da Novembre 2018.

  

Come i vecchi settori stanno cambiando nel MSCI ACWI IMI

Come i vecchi settori stanno cambiando nel MSCI ACWI IMI
Fonte: Ricerca justETF; MSCI

Sarà interessante osservare se la nuova struttura dei settori dei mercati azionari modificherà o meno le valutazioni degli investitori a riguardo. Ad esempio, il vecchio settore S&P 500 Telecommunications risulta molto economico se osserviamo la valutazione fornita dal price-earnings (rapporto P/E): 

  

Rapporto P/E – settori S&P 500 selezionati

Settori P/E prima della modifica P/E successivo alla modifica
Tecnologici 19.5 18.1
Nicht-Basiskonsumgüter 21.4 26.8
Telekommunikation 6.6 -
Kommunikationsdienstleistungen - 15.7
Fonte: Ricerca justETF; SPDR
 
Dopo la riclassificazione, le Telecomunicazioni sono sparite mentre i Servizi di Comunicazione sono dominati dalle elevate valutazioni dei propri componenti Tecnologici e dei Beni di Consumo. Sicuramente ci saranno altre opportunità in futuro in seguito a successivi cambiamenti ma è importante ricordare che come definiamo il mondo può influenzare notevolmente come vediamo il mondo stesso.
 

Quali indici subiscono cambiamenti in seguito alla modifica dei settori?

Se investite in ETF che replicano ampi indici del mercato azionario allora potete stare tranquilli. Gli ETF sul MSCI World e S&P 500 includono qualsiasi tipologia di settore e pertanto la modifica dei GICS non ha alcuna influenza su tali ETF. I titoli azionari inclusi nel replicante e i loro pesi rimangono gli stessi. Le uniche modifiche saranno quelle relative all’affiliazione industriale di alcune aziende, e ciò non avrà alcun impatto sui rendimenti o sul rischio. 

Ma nel caso investite in ETF settoriali è necessario fare attenzione. La prima cosa da notare è che solo gli ETF che replicano indici del MSCI e S&P subiranno delle modifiche. Per esempio, gli ETF che replicano indici di STOXX Telecomunicazioni non subiranno cambiamenti in quanto STOXX non aderisce agli standard GICS. 

Nel frattempo, gli ETF che seguono indici di Telecomunicazione MSCI o S&P ci si aspetta che andranno direttamente a replicare il nuovo Settore dei Servizi di Comunicazione. Ciò cambierà la natura delle vostre posizioni. Alle attuali valutazioni, la capitalizzazione di mercato elevata di Facebook e Alphabet (Google) costituirà il 40-50% degli ETF sui Servizi di Comunicazione, in funzione della metodologia dell’indice. I due giganti della Silicon Valley giants hanno un elevato rapporto P/E che farà salire il rapporto P/E degli ETF riorganizzati. 

Inoltre dovreste osservare anche i vostri investimenti nel tecnologico. La reazione a catena di tali cambiamenti impatterà in indici come MSCI World Information Technology, S&P 500 Information Technology e MSCI Europe Technology. Dovete comprendere se tali indici sono ancora appropriati o meno per voi anche senza la presenza dei maggiori componenti. 

Ricordatevi che tali cambiamenti non saranno effettuati se il fornitore dell’indice del vostro ETF non è MSCI o S&P. Se invece gradite tale nuovo settore, potete consultare l’ETF SPDR S&P U.S. Communication Services Select Sector UCITS. Tale ETF fornisce esposizione al settore dei Servizi di Comunicazione del mercato azionario statunitense ed è disponibile agli investitori europei da metà Agosto.